Hancock

hancock 03Hancock è un film particolare. Un supereroe, che è tutto tranne che un eroe, è interpretato da Bruce Willis. Vive come un barbone, quando risponde ad una chiamata d’aiuto fa più danni che altro. Un giorno salva la vita a Ray, che decide di prendersi cura di Hancock, di aiutarlo con le pubbliche relazioni, migliorarne l’aspetto ed il modo di fare, per farlo temere dai malviventi ed apprezzare da forze dell’ordine e cittadini. Ma c’è dell’altro. C’è Charlize Theron.

- Ray: Sai, Hancock, potresti sforzarti e dire: “Agente, lei ha fatto un ottimo lavoro!” – Hancock: E che cazzo sono venuto a fare se ha già fatto un buon lavoro?!?

Il film è molto affascinante nella prima metà, Hancock è un antieroe alcolizzato, inadeguato, vive per strada e ha dei superpoteri che non riesce a gestire. I criminali lo disprezzano più che temerlo, e l’opinione pubblica è contro di lui per il suo continuo causar danni, ad esempio un buco nell’asfalto ogni volta che atterra dal volo. Quando salva Ray Embrey, dirigente di una società di pubbliche relazioni e padre di famiglia coscienzioso, viene preso sotto la sua ala protettiva. Ray si impegna per farlo cambiare, nuovo costume, nuovo atteggiamento, nuovo controllo dei suoi poteri. Hancock non conosce la sua storia, non sa da dove viene. A spiegargli questo penserà Charlize Theron, moglie di Ray, in un modo del tutto inaspettato. Ed è così che nella seconda metà del film cambia tutto. Un po’ troppa confuzione in queste due fasi lo rendono meno appettibile di quanto potrebbe, ma rimane un divertente film supereroistico che è anche una parodia dei supereroi stessi. Ed è l’unico film di supereroi che non nasce da un fumetto.

Titolo Originale: Hancock
Durata: 1 ora e 32 minuti
Sito Ufficiale: hancock

Lascia una risposta