Tre Film a Caso

Stasera mi sento fortunato, quindi scelgo a caso. Ho deciso che guarderò uno di questi tre:

29/12/2013

Psyco

Psycho 01Marion (Janet Leigh), giovane segretaria di Phoenix, decide di rubare 40000 dollari e di fuggire dall’Arizona. Cambia l’auto per depistare il poliziotto che la sta pedinando e, in una buia notte piovosa, si imbatte nel motel di Norman Bates (Anthony Perkins). Il proprietario del motel è un ragazzo timido e introverso con l’hobby del voyeurismo. Norman vive con la madre, della quale si sente solo la voce. Nel momento in cui Marion si sta facendo la doccia, viene uccisa da diverse coltellate. A questo punto, Norman decide di fare sparire il cadavere. Grazie a Lila Crane, la sorella di Marion, il caso sarà affidato al detective Milton Arbogast che inizierà a cercare la donna scomparsa nei diversi motel nelle vicinanze.

[Leggi la recensione completa]

07/01/2014

8 Mile

8 mile 05Siamo a Detroit, inizio del millennio. Jimmy è un rapper, ma è bianco, in un mondo dove il razzismo funziona al contrario. Vorrebbe diventare un famoso rapper, sfondare sulla scena delle sfide di freestyle per poi avere la visibilità e farsi produrre un disco, ma le difficoltà non sono poche. Intanto siamo in una zona degradata, Jimmy, per gli amici Rabbit lavora in fabbrica a turni, ha una famiglia disastrata, vive solo con la madre in una roulotte e lei non fa altro che tentare la fortuna con il bingo, mentre intrattiene una relazione con uno dell’età del figlio. Rabbit però ha un problema, ogni volta che sale sul palco si blocca, mentre riesce ottimamente fuori, con gli amici o sul lavoro. Solo alla fine del film, dopo che gli sono accadute molte cose ed ha un po’ modificato il modo di vedere il mondo, riesce a rappare e partecipa alla sfida di freestyle, vincendo pian piano diversi incontri. Un Eminem quasi biografico.

[Leggi la recensione completa]

22/11/2013

Dieci Inverni

Dieci inverni 05Dieci inverni, dieci anni per una storia d’amore, fra trovarsi, lasciarsi, ritrovarsi. Tutto parte da Venezia. Un ragazzo, Silvestro, perde l’ultima corsa di un traghetto. Non sapendo dove passare la notte segue una ragazza, Camilla, che era sul traghetto con lui. Quando arriva a casa di lei le chiede ospitalità e passa la notte da lei. L’inizio. L’inizio di un racconto fatto di amore, amicizia, dubbi, viaggi e altro, della durata di ben dieci inverni. Un bel film, che si lascia seguire grazie ai bei dialoghi, mai banali.

[Leggi la recensione completa]