Tre Film a Caso

Stasera mi sento fortunato, quindi scelgo a caso. Ho deciso che guarderò uno di questi tre:

Ratatouille

ratatouille 06Remy è un topo, ma non un topo come gli altri. Non è sporco ed in cerca di rifiuti. Remy ha un olfatto ed un gusto molto sviluppati, che lo portano a selezionare il cibo ed a scoprire la cucina. Remy finisce separato dalla colonia di topi in cui vive, e si ritrova solo a Parigi, trovandosi davanti il ristorante del più famoso chef mai visto, Gusteau. Qui incontra Linguini, apprendista di cucina, che combina guai e che ne esce solo con l’aiuto di Remy. Fra i due si instaura quindi un rapporto simbiotico, in cui Remy può cucinare nella cucina di un grande ristorante e Linguini passare da rapidamente da sguattero a cuoco, imparando il mestiere con l’aiuto di Colette, cuoca nel locale, ed ostacolato da Skinner, il capocuoco nuovo proprietario del locale, che è interessato solo ad usare il nome di Gusteau per promuovere una serie di cibi precotti su basso livello. Gustoso.

[Leggi la recensione completa]

Toy Story – Il Mondo dei Giocattoli

toy story 05Woody è un giocattolo. E’ un pupazzo cowboy, ed è un po’ il punto di riferimento di tutti i giocattoli di Andy, un bambino il cui compleanno è prossimo. Woody è il giocattolo preferito di Andy, ma adesso tutti gli altri giocattoli si preoccupano perché temono che i nuovi regali possano rimpiazzarli. Quando il nuovo giocattolo arriva c’è la sorpresa. E’ Buzz Lightyear, uno Space Ranger con ali a scatto, raggio laser e casco. Ma il problema è che Buzz non sa di essere un giocattolo, ma pensa di essere un vero Ranger. Quindi si comporta come tale, pensando alla sua missione primaria, sconfiggere il malvagio Imperatore Zurg. Woody e gli altri cercheranno quindi di convincerlo che è un giocattolo, mentre devono affrontare un’uscita al Pizza Planet, Sid, il vicino di casa di Andy, con una macabra passione per torturare i giocattoli, ed infine riuscire a seguire la famiglia di Andy durante il trasloco. Un’impresa non da poco per dei giocattoli.

[Leggi la recensione completa]

The Hurt Locker

The Hurt Locker 01William James è un uomo senza paura. Caposquadra artificiere dell’esercito americano in Iraq, ha un curriculum incredibile, e sembra che non possa provare paura. Il film è tutto incentrato sul gruppo di artificieri, di stanza in Iraq, che vivono ogni giorno a contatto con bombe ed attentatori, ma anche logorati dai lunghi turni lontani da casa e dallo stress di questo lavoro pericolosissimo. Fra operazioni di sminatura, riposo, tensioni nella squadra e la guerriglia che continua, il film è lineare ma mette ansia, e ci si ritrova a contare i giorni alla fine del turno.

[Leggi la recensione completa]