Tre Film a Caso

Stasera mi sento fortunato, quindi scelgo a caso. Ho deciso che guarderò uno di questi tre:

Speed

Speed 02Tutto inizia in un ascensore veloce con 13 persone sopra. Un criminale ha sabotato l’ascensore, che ora è fermo solo grazie ai freni d’emergenza. La richiesta è 3 milioni di dollari, o anche i freni salteranno. Jack e Harry, LAPD, polizia di Los Angeles, cercano di risolvere la situazione, scoprono l’attentatore, ma questi prende in ostaggio Harry. Per fermarlo Jack spara a Harry in una gamba, ma l’attentatore riesce a fuggire. Secondo round, questa volta il criminale piazza una bomba su un autobus, la bomba si innesca quando sale sopra le 50 miglia orarie, ed esploderà se scenderà sotto le 50. Sull’autobus c’è Annie, pendolare, che si mette alla guida quando l’autista viene accidentalmente ferito. Anche questa volta Jack deve correre, ed è il caso di dirlo, per non far saltare il mezzo e le 20 persone che ha a bordo.

[Leggi la recensione completa]

La Vita è Bella

la vita è bella 05Siamo nell’Italia pre-guerra, fascista. Guido è un giovane ebreo che lavora come cameriere in un lussuoso albergo. Guido ha incontrato Dora, una maestra, di cui si innamora e che diventa la sua Principessa. I due scappano e si rifugiano ad Arezzo a casa dello zio di Guido. Passano gli anni. Guido e Dora si sono sposati e il loro figlio, Giosuè, compie cinque anni. Ma proprio nel giorno del compleanno, con l’Italia in guerra, il fascismo finito ed i tedeschi al potere, la famiglia di Guido viene deportata in un campo di concentramento. Qui, per salvare Giosuè da questa triste realtà, Guido inventa una colossale storia. Racconta al figlio che stanno partecipando ad un grande gioco a premi, un gioco molto difficile e con tante prove, il cui premio sarà niente meno che un carro armato vero. Quindi Guido inizia ad inventare mille scuse, correndo anche diversi rischi, per salvare il proprio bambino, nascondendolo quando può, sbeffeggiando i tedeschi, cercando nel contempo un modo per lasciare il lager. Un grande misto di comicità e sentimenti.

[Leggi la recensione completa]

Il Silenzio degli Innocenti

il silenzio degli innocenti 04C’è un serial killer in città, ed è molto bravo a non farsi prendere. Il dirigente dell’FBI Jack Crawford incarica Clarice Starling, una recluta molto promettente, di prendere contatti con il Dott. Hannibal Lecter, che è detenuto in manicomio, in regime strettissimo, da anni. Questo perché Lecter è un serial killer a sua volta, ma dei più spietati ed intelligenti mai stati in circolazione. Grazie ad una serie di incontri con Lecter, in cui lei viene praticamente psicanalizzata, Clarice riesce a scoprire sempre più informazioni su killer, Buffalo Bill, e riesce a coordinare le indagini che lo localizzano. Nel frattempo il Dott. Lecter è riuscito ad ottenere un regime di maggiore libertà. Da guardare finché gli agnelli non avranno smesso di piangere.

[Leggi la recensione completa]