Tre Film a Caso

Stasera mi sento fortunato, quindi scelgo a caso. Ho deciso che guarderò uno di questi tre:

Monsters & Co

monsters & co 03Viviamo in una città, Mostropoli, abitata da mostri. Ma come tutti noi, la città ha bisogno di energia. E come procurarsela? Entrando, attraverso delle porte speciali, nel mondo degli umani. Queste porte conducono direttamente nella stanza di alcuni bambini, che vengono spaventati perché le urla di terrore sprigionano una grande quantità di energia, che i nostri raccolgono ed immagazzinano. In realtà sono i mostri che hanno paura dei bambini umani, li credono mortali ed infetti. Sullivan e Mike sono la coppia di mostri migliore nello spaventare i bambini, e grandi amici anche fuori dal lavoro. Le porte vengono riposte in un magazzino immenso ogni notte, ma una sera una di queste rimane fuori. Sullivan controlla per verificare che non ci sia nessun mostro intrappolato aldilà, ma tutto quello che fa è portare a Mostropoli una bambina umana, chiamata da loro Boo. I due amici scoprono così che non è ‘mostruosa’ o pericolosa, e decidono di nasconderla per non farla trovare agli altri, fino a quando non riusciranno a ritrovare la porta per farla tornare a casa. Mostruosamente divertente.

[Leggi la recensione completa]

Sin City

sin city 06Basin City è stata soprannominata Sin City, la città del peccato. Ed un motivo c’è. E’ una città oscura, dove la legge la fanno i cattivi. E cattivi ce ne sono quanti se ne vogliono. A Sin City si intrecciano diverse storie. C’è Marv, un bestione gigante con un grande passione: causare dolore. A Marv uccidono una donna, Blondie, una prostituta, mentre è con lui nel letto. La vendetta lo chiama. Hartigan è invece un poliziotto. A caccia di un maniaco che stupra ed uccide bambine lo trova, ma questi è il figlio di un senatore della città, che gli fornisce tutta la protezione possibile. C’è Dwight, anche lui un criminale, ma con importanti principi. Ci sono molti altri personaggi che si incontrano nelle storie di Sin City, tutti particolari e affascinanti. E poi ci sono loro, le donne. Le vere padrone della città vecchia sono le prostitute, se segui le regole sei in paradiso, se non le segui sei sulla strada per l’inferno, e la piccola Miho ne è un esempio perfetto.

[Leggi la recensione completa]

Apocalypto

Apocalypto 04Una grande civiltà viene conquistata dall’esterno solo quando si è distrutta dall’interno.’ Il film inizia con questa frase, usa dal regista, Mel Gibson, per narrare i fatti che hanno portato i Maya quasi all’auto-distruzione, cosa che ha reso facile la successiva sconfitta quando invasi dai conquistadores. Raccontata nello stile di Gibson, che si basa poco sui fatti storici ma preferisce infiorettare, ed esagerare, il racconto, offrendo un film violento, duro, di quelli che si ricordano anche per le scene macabre e realistiche. E, ovviamente, per l’epicità. La storia narra di Zampa di Giaguaro, un giovane Maya che viene catturato da una tribù più forte e che dovrebbe essere sacrificato al Dio Sole, ma riesce a scappare e a tornare dalla sua famiglia. Primordiale.

[Leggi la recensione completa]